Associazione cavalieri Macomer


Vai ai contenuti

rassegna stampa

area utenti

L’UNIONE SARDA

Macomer. Basilio Nughes presidente dell'associazione
I cavalieri rinnovano il direttivo

Sabato 01 novembre 2008

È Basilio Nughes il nuovo presidente dell'associazione cavalieri città di Macomer che ha rinnovato le sue cariche sociali nei giorni scorsi. Nughes nel suo mandato, che durerà per i prossimi tre anni, sarà coadiuvato dal vicepresidente Giuseppe Congiu, dal segretario Rossano Ledda e dal suo vice Massimiliano Atzori. Entrano nel direttivo, con diverse funzioni organizzative, anche Angelo Mele, Tinuccio Sannittu, Stefano Carta, Adriano Sechi, Mario Ziulu, Tore Uda, Giovanni Fadda, Luigi Mele, Cristian Cherchi e Dino Madau.Nei programmi dell'associazione c'è la valorizzazione della struttura comunale adibita a maneggio e a centro ippico, situata nella zona dell'ex fiera zootecnica. «Pensiamo di proseguire come negli anni passati - sostengono i responsabili - nella promozione della cultura del cavallo in tutte le sue forme cercando di allargare la base sociale dell'associazione per coinvolgere il maggior numero possibile di appassionati. Fra i progetti in cantiere quelli per la valorizzazione dei corsi di equitazione e di ippoterapia. Nelle prossime settimane alcuni rappresentanti dell'associazione saranno presenti all'importante manifestazione internazionale di Fiera cavalli che si terrà a Verona». L'associazione di volontariato è alla ricerca di una sede che garantisca il miglior svolgimento delle attività sociali. (
l. c. )



venerdì 06 marzo 2009 20.55

Domani con l'apertura di tre mostre via alle manifestazioni di carnevale
Maschere a cavallo, fascino ritrovato
Una serie di eventi attorno alla giostra di Currere a pudda
Venerdì 20 febbraio 2009
Comune e Pro loco mobilitano tutte le associazioni nell'organizzazione della manifestazione riscoperta da 4 anni.
ostre, balli, intrattenimento e l'ormai tradizionale manifestazione equestre di Currere a pudda . Sono gli ingredienti del carnevale mdi Macomer che punta a diventare evento di carattere regionale. Proprio questo è l'obiettivo che si pone l'amministrazione comunale intravedendo nella giostra equestre rinata da pochi anni e immediatamente accolta con enorme interesse dagli appassionati, un'importante occasione su cui investire proponendo un corollario di iniziative legate a tutto ciò che ruota attorno al carnevale e alla sua tradizione.ANTEPRIMA CULTURALE Sono due le date in cui si incentreranno le maggiori attività: domani alle 10 nel padiglione Filigosa delle ex caserme Mura, saranno inaugurate le tre mostre tematiche dedicate al carnevale visitabili dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 20 il sabato e la domenica e dalle 16 alle 20 nei giorni feriali. La prima sarà quella delle maschere antropomorfe del mondo proveniente da sei collezioni private, con reperti provenienti da tutti e sei i continenti: un viaggio nella multiculturalità dai caratteri straordinari coi colori e le forme che nei diversi popoli accompagnano l'oggetto della maschera e i suoi significati. La seconda mostra, messa a disposizione dal Museo delle maschere di Mamoiada, sarà una carrellata fotografica del carnevale tradizionale di Ottana, Mamoiada e della Sartiglia.ANNULLO ALLE POSTE La terza rassegna, coordinata dall'associazione Filatelica Marghine, una mostra filatelica a tema e all'interno della quale verrà proposto uno speciale annullo delle Poste (su un bozzetto dell'artista macomerese Giulio Ledda) dedicato alla manifestazione equestre di “Currere a pudda”: domani nelle Caserme Mura sarà operativo dalle 11,30 alle 17,30 uno sportello temporaneo per bollare con lo speciale timbro tutta la corrispondenza che sarà presentata. Dopo la giornata celebrativa, l'annullo sarà trattenuto ancora per 60 giorni a Macomer nello sportello filatelico dell'ufficio postale. Sempre domani (ore 16) e sempre alle ex Caserme Mura, è in programma il primo ballo per bambini con animazione e dolci, curato dalla onlus “Luoghi comuni”.TUTTI A CAVALLO L'evento più importante del carnevale sarà comunque proprio Currere a pudda organizzata dall'Associazione cavalieri città di Macomer che l'ultimo giorno di febbraio sarà riproposta dalle 15 per la quarta volta nel centrale corso Umberto. «La data del 28 e la straordinaria partecipazione delle associazioni - sostiene il vicesindaco Giovanni Biccai - sono a nostro avviso due punti di forza dell'evento su cui puntiamo perché capace di ritagliarsi un ruolo importante nelle offerte del carnevale sardo». Per questo, ai margini della manifestazione, quando i cavalieri avranno finito corse e pariglie, alle 19 la festa si trasferirà nella centrale piazza dell'ex mercato con la distribuzione, curata dalla Croce verde, di zeppole e frittelle. La giornata si concluderà col ballo in maschera (con premio per la migliore) e il cabaret, protagonista al padiglione Tamuli (ex Caserme Mura) alle 21.VOLONTARI MOBILITATI All'organizzazione, coordinata da Comune e Pro loco hanno partecipato l'Associazione cavalieri, la Filatelica Marghine, Il Grifone, Unidos pro Santu Antoni, Luoghi Comuni, Croce verde, il Centro commerciale naturale, Ascom, Confesercenti e Radio Macomer Centrale.

LUCA CONTINI




LA NUOVA SARDEGNA


DEL 28/02/2009



Macomer. Una giostra con settanta cavalieri [Hinterland]

TITO GIUSEPPE TOLA


Grande attesa per la corsa che si terrà oggi in corso Umberto Macomer, «Currere a pudda» chiude le manifestazioni del carnevale TITO GIUSEPPE TOLA MACOMER. Oggi, a Macomer, settanta cavalieri daranno vita alla giostra equestre “Currere a pudda” che per la “pentolaccia” segna la fine delle manifestazioni del carnevale. Sul corso Umberto settanta cavalieri daranno vita a un grande spettacolo fatto di coraggio, abilità e forza.Si inizierà alle ore 14,30 e si andrà avanti fino all’imbrunire. Alle ore 19 ormai non c’è più la luce del sole e gareggiare a cavallo compiendo prove di abilità può essere pericoloso. A dare vita alla giostra equestre saranno i Cavalieri città di Macomer, che sono i veri protagonisti e l’anima della manifestazione. Ci saranno anche quattro pariglie di Oristano e due di Borore che correranno lungo la pista predisposta sul corso Umberto, che per l’occasione verrà chiuso al traffico e ricoperto con uno strato di terra per consentire ai cavalli di correre senza rischio.La Pro Loco ha riscoperto la giostra nel 2006 e l’ha rilanciata col contributo dei Cavalieri in un crescendo di partecipazione e interesse che oggi la colloca tra le più importanti manifestazioni equestri di questo tipo che si svolgono in Sardegna tra l’inizio del carnevale e la “pentolaccia”. Già in occasione delle precedenti edizioni “Currere a pudda” ha richiamato migliaia di persone da tutta la Sardehna. Il corso Umberto di Macomer ben si presta ad accogliere la corsa dei cavalli. Le misure adottate dagli organizzatori e la presenza di vie di di fuga e di allontanamento sui due lati della strada consentono lo svolgimento in sicurezza della giostra.La giostra equestre di Macomer non è solo una gara, come lo è invece la Sartiglia di Oristano, ma uno spettacolo di abilità che lascia il pubblico senza fiato. Si inizia con la corsa per strappare una gallina di pezza sospesa al centro del percorso, seguiranno poi le pariglie nella quali i cavalieri daranno prova di abilità e di equilibrio e concluderà la “pentolaccia a cavallo”. Nella corsa per la gallina, che un tempo era un animale vero, si esibiranno tutti i partecipanti. La quarta edizione di “Currere a pudda” ha suscitato grande attesa in città e fra gli appassionati di manifestazioni equestri della zona. I Cavalieri daranno una dimostrazione di come si sta a cavallo anche in situazioni difficili in cui giocano equilibrio, abilità e destrezza. In un punto al centro della via verrà sospeso il peluche che rappresenta la gallina. I cavalieri in corsa sfrenata, dovranno riuscire a strapparlo.


Blog CADDOS martedì 1 settembre 2009

Al via le iniziative dell'Associazione Cavalieri Città di Macomer
Una scuola di equitazione, un maneggio, pariglie ed escursioni a cavallo: questo il programma delle iniziative promosse dall'. A settembre verranno infatti avviati i corsi rivolti a cavalieri esperti e non, adulti e bambini, per educarli alla corretta postura ed insegnargli a condurre in modo appropriato ed elegante un cavallo. I corsi saranno tenuti da un istruttore esperto che arriverà appositamente da Sassari, e saranno seguiti, secondo il progetto, da altre iniziative quali la ippoterapia e la pet therapy. Ma non finisce qui. L'obiettivo, infatti, è di realizzare un maneggio: a breve partiranno i lavori di costruzione dello steccato con pali di castagno nell’area di via Lussu, dove ha sede l’Associazione e sono già presenti 17 box per i cavalli. La struttura che faceva parte del complesso della vecchia Mostra Zootecnica regionale e che successivamente ospitò il Centro Veterinario della ex Comunità montana sarà invece restaurata e ristrutturata. Al suo interno sarà realizzato il maneggio, il primo in questa zona a così forte vocazione equestre. Tra i programmi a breve termine dell'Associazione, c'è inoltre una manifestazione di pariglie, che si terrà sempre a settembre negli spazi dell'ex Mostra Zootecnica, e una serie di escursioni nei boschi del Monte Sant'Antonio e di Badde e'Salighes.
Pubblicato da CADDOS alle 16.17
Etichette: corsi equitazione, escursioni, ippoterapia







Torna ai contenuti | Torna al menu
'