Associazione cavalieri Macomer


Vai ai contenuti

Battesimo della sella

tradizioni



Il bambino oggi e il cavaliere domani
Nuove generazioni, allevamento e addestramento del cavallo sardo autoctono
tra multifunzionalità e biodiversità dell’impresa agricola


Obiettivi e Descrizione dell’iniziativa

Riscoprire nel territorio del Marghine la cultura delle tradizioni equestri, significa dare avvio alla nascita di professionalità capaci di integrare il reddito dell’impresa agricola. La sapiente esperienza allevatoriale tramandata dagli antichi domatori, a confronto con i moderne tecniche di addestramento non costrittivo del cavallo sardo, si propongono nel mercato equestre come risposta ulteriore alle attrattive di vita in campagna. L’estrema versatilità dei cavallini appartenenti alle razze autoctone Giara Giarab e Sarcidano si prestano a molteplici impieghi:
1 Riscoperta del territorio, attraverso l’escursionismo equestre;
2 Recupero degli antichi mestieri della doma e addestramento dei cavallini;
3 Rafforzare il ventaglio di proposte e attrattive da parte dell’impresa agricola;
4. Diversificare le attività economiche multifunzionali dell’impresa agricola con attività di didattica equestre;
7 Tutela delle razze autoctone locali nel segno della biodiversità;

Una proposta concreta per molte aziende, circoli ippici e agriturismi, integrativa delle proprie iniziative.

IndietroPlayAvanti

guarda il servizio tv

guarda il video

Giornata dedicata ai piccoli cavalieri che in compagnia di alcuni amabili e docili pony saranno a disposizione dei bambini per la loro prima passeggiata a cavallo in un breve percorso accompagnati da un istruttore della Federazione Italiana Sport Equestri. Ad ogni bambino verrà rilasciato un attestato che certifica l’avvenuto battesimo della sella e la patente nella quale è compresa la prima lezione gratuita.
Sarà l’inizio di un percorso che accompagnerà il bambino di oggi a diventare il cavaliere di domani.





Torna ai contenuti | Torna al menu
'